fbpx

Con il termine  marmellata s’intende il mix, addensato ma gelatinoso attraverso la cottura, di acqua, zucchero e agrumi. L’agrume, a norma di legge, deve essere fresco, integro e sano, al giusto punto di maturazione. L’addensamento del composto ottenuto si ha durante il raffreddamento, ad effetto della azione della pectina. Si perchè altra cosa è la confettura, almeno per la legge. Molti, infatti, confondono le due cose, che per quanto ha stabilito la legge sono distinte. La diversità di questi due prodotti è stata decretata dalla direttiva europea n.79/693 del 1979, inclusa dall’ordinamento italiano nel 1982 con il D.P.R 8 giugno 1982, n.401. Questo decreto disciplina la produzione e la vendita delle confetture, delle marmellate, delle gelatine di frutta e della crema di marroni.  la marmellata è un prodotto dunque  fatto di zuccheri e, di uno o più dei seguenti prodotti, ottenuti solo ed esclusivamente da agrumi: polpa, succo, purea, estratti acquosi e scorza. la confettura invece, non è altro che il prodotto che contiene zucchero e polpa (o purea) di tutti gli altri tipi di frutta. La confettura è quindi una miscela che viene portata ad una consistenza gelificata appropriata, di zuccheri e di polpa o purea di una sola specie di frutta o di due o più specie di frutta.

 

 

PROPRIETA’:

La lavorazione e gli zuccheri aggiunti modificano la frutta che, come confettura o marmellata mostra un valore nutrizionale diverso rispetto al frutto fresco. Questi due prodotti hanno un elevato apporto glucidico che ne aumentano il valore energetico, mentre gli altri nutrienti, come vitamine, risultano quasi inattive a causa del trattamento termico che subisce la frutta durante la lavorazione. I sali minerali e gli acidi, in particolar modo il potassio, restano intatti.

Marmellate e confetture sono anche più facilmente digeribili rispetto alla frutta fresca poiché correggono l’acidità dello stomaco.

In media per 100 g di marmellata si va dalle 130 kcal alle 260 kcal. C’è da dire che questo alimento così elaborato non va assolutamente sostituito alla frutta fresca. Le marmellate inoltre, sono ricche di emicellulose, che sono molto più digeribili rispetto alle cellulose, grazie ai processi di idrolizzazione per riscaldamento che avviene durante la preparazione delle confetture e marmellate. Molte marmellate contengono salicilati, delle sostanze che in alcune persone possono provocare delle reazioni allergiche.

 

 

RICETTA FACILECONFETTURA DI ALBICOCCHE FATTA IN CASA :

 

INGREDIENTI:

  • 1,2 kg di albicocche
  • 700 gr di zucchero
  • 200 ml di acqua

 

PREPARAZIONE:

  • Prendete le albicocche, pulitele, tagliatele a metà ed eliminate i noccioli.
  • tagliate a pezzi, mettetele in una pentola dal bordo alto senza accendere il fuoco.
  • Nel frattempo, bollire una pentola d’acqua con lo zucchero: continuate la cottura per altri 5 minuti mescolando in modo da ottenere uno sciroppo abbastanza denso che utilizzerete successivamente per dolcificare.
  • Versate lo sciroppo sulle albicocche e cuocete mescolando spesso per 30-40 minuti. Controllate che la marmellata abbia la giusta consistenza.
  • Versate la marmellata di albicocche nei vasetti sterilizzati, lasciateli capovolti sin quando non si saranno raffreddati.

 

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi