fbpx

Quando si dice festa dei papà si dice  bignè di San Giuseppe. Ormai il binomio è divenuto indissolubile. Le  tipiche frittelle ripiene di freschissima crema pasticcera,  dolce tradizionale della cucina romana che ha varianti in tutta Italia e che si dice sia nato a Napoli, accompagnano il giorno dedicato a tutti i papà.  Pasta choux ripiena di golosa crema pasticcera, i bignè di San Giuseppe possono essere preparati sia fritti che al forno, in entrambe le varianti sono semplicemente strepitosi. Anche noi oggi vogliamo rendere omaggio a tutti i papà del mondo con una cascata di dolcezza. Comprate, preparate, fatevi regale…insomma trovate il modo di assaggiare un bignè alla crema e trovate il modo di festeggiare la dolcezza.

 

La festa si innesta su riti di origine pagana, con un collegamento in primo luogo di calendario: il 19 marzo è, infatti, la data alla vigilia dell’equinozio di primavera in cui si svolgevano gli antichi riti dionisiaci di propiziazione e fertilità. La festa cattolica ha origine nella Chiesa dell’Est e venne importata in Occidente e nel calendario romano nel quindicesimo secolo, con la data fissata al 19 marzo. Pio IX dichiarò San Giuseppe patrono della Chiesa universale nel 1870, mentre Pio XII° stabilì che la data del 1° maggio fosse dedicata a San Giuseppe lavoratore. Alla sua figura di patrono dei falegnami e degli artigiani viene associata anche quella di protettore dei poveri.. Da ricordare che a Roma la festa di San Giuseppe è sempre stata accompagnata da grandi festeggiamenti: nella Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, al Foro, la confraternita dei Falegnami organizzava solenni festeggiamenti e banchetti a base di frittelle e bignè, da cui il detto popolare “San Giuseppe frittellaro”.

 

RICETTA: BIGNE’ DI SAN GIUSEPPE 

INGREDIENTI: 

  • Farina 180 grammi
  • 3 uova e 2 tuorli
  • burro 50 grammi
  • zucchero 20 grammi
  • zucchero a velo 80 grammi
  • olio 500 ml
  • crema pasticcera 150 grammi
  • sale

 

PREPARAZIONE:

  • 200 ml di acqua in una casseruola, unite lo zucchero, il burro e un pizzico di sale.
  • Portate a ebollizione e, fuori dal fuoco, unite la farina. Mescolate con una frusta e proseguite la cottura, finché l’impasto inizierà a staccarsi
    dai bordi della pentola, poi spegnete.
  • Aggiungete le uova e i tuorli, e fate riposare per 1 ora e 30 minuti. Scaldate l’olio extravergine in una padella e inserite l’impasto.
  • Non appena i bignè saranno gonfi e dorati, scolateli e fateli asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.
  • Farcite i bignè con la crema pasticciera. Prima di servirli, spolverizzateli con lo zucchero a velo.
Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi