fbpx

Cosa c’è di più americano di un hamburger? Invece no. Il famoso panino non nasce negli Usa

Cosa c’è di più americano di un hamburger? Per l’immaginario collettivo il classico panino di carne macinata è appannaggio della cucina a stelle e strisce. Un simbolo degli Stati Uniti d’America.  E invece a leggere attentamente le carte di riferimento si scopre una vera e propria sorpresa.  L’uso di mangiare carne macinata sarebbe  stato portato negli Usa a fine ’800 dai primi emigranti europei che venivano dal porto di Amburgo. Il nome dunque, manco a dirlo, sarebbe stato preso dalla città tedesca.  Della serie le sorprese non finiscono mai, nemmeno il ketchup è americano: deriverebbe da una salsa malese chiamata kecap.

Di certi sono gli ingredienti:  polpetta di carne macinata e pressata, solitamente bovina, cotta prevalentemente su piastra. Col diffondersi delle catene internazionali di fast food, il termine è passato a identificare anche un panino imbottito composto da pane bun, carne bovina tritata (il vero e proprio hamburger), salse e condimenti. Un’occasione per assaggiarne di ottimi sono gli Street Food organizzati da TTSfood. Street Chef esperti, infatti, ne preparano di ottimi. Dai gusti più svariati e dalle fragranze indimenticabili. Sapori unici e gustosi al massimo. Prodotti italiani al cento per cento in barba all’origine e ale importazioni storiche.   

 

 

Condividi questo articolo
Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi